Terra Madre

376217-768x384La rete di Terra Madre è costituita da tutti coloro che vogliono agire per preservare, incoraggiare e promuovere metodi di produzione alimentare sostenibili, in armonia con la natura, il paesaggio, la tradizione. Al centro del loro impegno c’è un’attenzione particolare per i territori, per le varietà vegetali e le specie animali che hanno permesso nei secoli di preservare la fertilità delle terre.

La visione di Terra Madre si oppone allo sviluppo scriteriato e alla ricerca di un aumento sistematico e costante dei rendimenti e dei margini economici, attraverso la vendita dei propri prodotti sul mercato globale. In effetti, la ricerca esasperata del profitto ha ripercussioni molto pesanti su tutti noi, contribuenti e abitanti del pianeta. Tuttavia, sono in primo luogo i piccoli produttori che pagano il prezzo di questi meccanismi, perché non hanno i mezzi per accedere a canali commerciali locali e sono schiacciati da sistemi di sovvenzioni che non permettono di sviluppare attività agricole in condizioni giuste.

Giorno dopo giorno, la famiglia di Terra Madre si allarga, si arricchisce, si organizza per meglio tutelare prodotti e culture culinarie locali. Nel loro quotidiano le comunità di Terra Madre danno concretezza al concetto di qualità di Slow Food: buono, pulito e giusto, dove buono si riferisce alla qualità e al gusto degli alimenti, pulito a metodi di produzione rispettosi dell’ambiente, giusto alla dignità e giusta remunerazione dei produttori e all’equo prezzo dovuto dai consumatori.

I primi nodi di questa rete sono state le comunità del cibo, cui si sono poi aggiunti i cuochi e i rappresentanti del mondo accademico.

Se vuoi approfondire il tema vai su www.terramadre.org

Dall’esperienza di Terra Madre 2014  abbiamo portato a casa la nuova conoscenza e amicizia con Barikamà, il progetto di micro reddito gestito da ragazzi Africani: dallo sfruttamento nelle campagne, all’autogestione del lavoro e l’inserimento sociale. Questi giovani produttori di yogurt fanno parte della rosa dei produttori che partecipano ai nostri Mercati della Terra.

A Roma, inoltre, è degna di nota l’attività dell’Accademia Americana in Roma che con il suo “Rome Sustainable Food Project” (RSFP) provvede alle esigenze della comunità dell’American Academy in Rome con un programma di pasti fondato sullo spirito di collaborazione che alimenta la cultura e la convivialità. Guidati dallo spirito indomabile della cucina romana, questo gruppo di lavoro si è fissato l’obiettivo di creare un modello di tavola sostenibile al servizio di un’istituzione, che sia riproponibile anche altrove. Nel 2006 Alice Waters concepì il Rome Sustainable Food Project come un impegno eco-gastronomico che prosegiuisse come logica emanazione i valori dell’Accademia. Fin dal suo lancio ufficiale nel febbraio 2007 il Rome Sustainable Food Project ha trasformato la comunità dell’American Academy in Rome con un programma di alimentazione e cooperazione che nutre e sostiene sia la ricerca che la convivialità.

Questo sito web utilizza i cookie per assicurare una migliore esperienza di navigazione, oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di profilazione utente e cookie di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed esprimere il tuo consenso accedi alla pagina Cookie - Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close