E’ tempo di sbilanci

Quante allegre tavolate ci siamo persi nel 2020? Quante feste popolari, quante bicchierate, quanti incontri di vecchi amici, quante spaghettate sono rimaste in sospeso… Ci saranno tante cene da “recuperare” l’anno che verrà, tanti amici osti da ritrovare, ma anche in questi giorni ci sono tante cose da fare. 

Innanzitutto va fatto un bilancio, bisogna ragionare sull’esperienza di questi lunghi e difficili mesi per poter ripartire. Ma poi, dopo il bilancio, verrà il momento di sbilanciarci: sbilanciarci a favore di chi difende il cibo buono, la terra sana, l’acqua pulita (e pubblica), il lavoro degno. 

Noi di Slow Food Roma un primo bilancio  di quest’anno abbiamo provato a farlo e lo trovate qui di seguito. E abbiamo anche preso l’impegno, per il prossimo anno, di sbilanciarci per l’agricoltura contadina, per il nostro meraviglioso paesaggio aggredito dal cemento, per l’agroecologia, perché ci sia meno plastica nei nostri mari e più giustizia nei campi.

Ci sbilanceremo ancora a favore delle api e degli apicoltori, di chi insegna ad amare la natura e a coltivare gli orti, dei pastori che portano gli animali al pascolo, dei cuochi che scelgono e cucinano con cura i prodotti che porteranno a tavola, di chi fa l’olio buono, di chi si mette di traverso quando arriva il cemento per coprire una terra fertile, di chi sceglie una conserva di pomodoro giusta.

L’agenda del 2021 è arrivata sul tavolo, cominciamo a scriverci insieme. Buon anno, buon cibo a tutti! 


A mo’ di bilancio… 

Per la formazione, l’educazione e l’informazione:

– Siamo riusciti a portare a termine il secondo ciclo di formazione di 15 donne migranti che hanno ricevuto attestato di corso di cucina tenuto presso Eataly Roma e HACCP garantendo sempre un servizio di assistenza con ludoteca e vitto per i loro bambini (fascia di età 0-6);

– Stiamo portando a termine il secondo corso di orientamento al lavoro – INTEGRA – per un gruppo di donne vittime di violenza con Differenza Donna; 

– Abbiamo contribuito a realizzare uno spazio ludoteca presso Spin Time per i bambini che risiedono lì; 

– Abbiamo completato il ciclo di laboratori e incontri formativi presso Mercato Centrale iniziato nel 2019;

– Abbiamo realizzato incontri di informazioni con studenti delle università americane;

– Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, abbiamo ospitato 5 tra tirocinanti e stagisti sviluppando progettualità specifiche; 

– Abbiamo avviato una nuova collaborazione con due università, La Sapienza e l’Università Europea di Roma;

– Abbiamo realizzato il progetto Slow Food in azione formando volontari e attivisti;

– Abbiamo sostenuto le iniziative dei produttori per far arrivare i loro prodotti nelle nostre case durante il lockdown.

Eventi

– Il 30 agosto abbiamo realizzato l’evento straordinario con il contributo della Regione Lazio presso l’Ex Cartiera Latina, nell’ambito della manifestazione “All’ombra dei grandi alberi”;

– Sempre il 30 agosto abbiamo presentato l’ultimo rapporto dell’ISPRA sul Consumo di suolo;

– Abbiamo partecipato a “Buoni e belli”, portando la voce dei produttori dei presidi, dei mercati della Terra, degli Cuochi dell’Alleanza;

– Siamo stati presenti a “Roma baccalà” (Garbatella) con presentazioni e interventi;   

– Abbiamo realizzato l’iniziativa “Un sacco buono” con 550 prodotti acquistati e distribuiti in Italia e all’estero; 

– Abbiamo presentato il libro di Silvio Greco “La plastica nel piatto” per sensibilizzare sul problema dell’inquinamento dei mari delle micro e nanoplastiche e quello di Vito Teti “Fine pasto” per riflettere sulla ruolo del cibo nelle culture tradizionali e sui cambiamenti della modernità;

– Partecipiamo a questa edizione straordinaria di “Terra Madre” con tanti eventi fino ad aprile 2021:

– Abbiamo realizzato – fin quando è stato possibile – cene a tema e incontri conviviali.

Progetti

– Abbiamo presentato un progetto per realizzare una bottega che sarà avviata il prossimo anno;

– Abbiamo costruito un calendario di cene e degustazioni a tema e Slow Wine Roma con SF Editore pronti a ripartire appena possibile; 

– Abbiamo programmato Terra Madre Lazio a Roma;

– Stiamo lavorando a un progetto Slow Food Travel: dal porto di Traiano a Testaccio, passando per Ostia Antica.

Slow Food house

– Abbiamo tenuto aperta la sede come presidio di socialità e punto di riferimento nel Rione Esquilino, il più possibile, e garantito al GAS di fare una spesa buona pulita e giusta tutte le settimane per circa 40 famiglie.

La solidarietà 

– Slow Food Roma partecipa alla rete Portici Aperti che sostiene le famiglie e le persone in difficoltà;

– La nostra associazione aderisce al Patto di Comunità del I Municipio.

Le politiche 

– Slow Food Roma è nel Comitato Promotore della Food policy per Roma; 

– Abbiamo sostenuto gli apicoltori, le famiglie che si sono mobilitate per garantire la qualità dei cibi delle mense scolastiche e i lavoratori migranti in lotta per i loro diritti;

– Siamo impegnati per l’arresto del consumo di suolo e partecipiamo attivamente al Forum “Salviamo il paesaggio”. 

Tutto questo (e tante altre cose…) grazie agli attivisti, ai volontari, ai soci ed alle socie di Slow Food Roma. Continuate a seguirci e a sostenerci!