La Plastica nel Piatto

PRESENTAZIONE IL 10 MARZO ALLE ORE 17:30 C/O EATALY

Introduce Paolo Venezia di Slow Food Roma

La Plastica Nel Piatto
Quando e come siamo diventati plasticofagi

di Silvio Greco

NON SOLO LA DISPERDIAMO NELL’AMBIENTE MA LA MANGIAMO, LA BEVIAMO, LA RESPIRIAMO.
LA PLASTICA SI INSEDIA NEI TESSUTI UMANI E NEL SANGUE.

IL PROBLEMA CI TOCCA TROPPO DA VICINO PER CONTINUARE A IGNORARLO.

 

La plastica ha praticamente invaso la nostra vita quotidiana: nel bene, a supporto di ogni nostra attività, e nel male, quando diventa rifiuto altamente invasivo. Ma soprattutto quando si frammenta in micro e nanoplastiche che entrano nella catena alimentare. Oggi non possiamo fare a meno di questi materiali, che trovano applicazioni in tutti i settori: i computer, gli hard disk portatili, i cd e quasi tutti gli oggetti di uso domestico sono costituiti da polimeri sintetici, e sono prodotti plastici sofisticati le anche protesiche, le articolazioni del ginocchio, gli stent cardiaci… Il risvolto della medaglia è che con i milioni di tonnellate di plastiche che scarichiamo ogni anno nei mari non solo abbiamo distrutto gli habitat marini trasformandoli in discariche, ma ci stiamo esponendo all’assunzione attraverso il pesce di frammenti e inquinanti altamente nocivi per la salute umana, con i danni tutti da indagare da parte della ricerca medica. Tuttavia le strade della sostenibilità ci sono e sono percorribili. In questo libro Silvio Greco offre molti spunti di riflessione su una criticità che abbiamo il dovere di affrontare con comportamenti diversi, sia come individui sia come istituzioni, se vogliamo migliorare la qualità della nostra vita.

 

SILVIO GRECO, biologo marino, è dirigente di ricerca della Stazione Zoologica A. Dohrn, docente di Controllo delle produzioni agroalimentari e di Sostenibilità ambientale presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, membro della CNSA (Commissione scientifica nazionale per l’Antartide), membro della COI (Commissione oceanografica italiana), presidente del Consiglio scientifico di Slow Fish e del Consiglio scientifico ambiente e mare di Coldiretti. Ha effettuato campagne di pesca scientifica in quasi tutti i mari del mondo partecipando a sei campagne di ricerca in Antartide. Autore di oltre duecento pubblicazioni scientifiche in Italia e all’estero, ha scritto Guarda che mare con Cinzia Scaffidi (Slow Food Editore, 2007), Il pesce, illustrato da Sergio Staino (Slow Food Editore, 2015), e Un’onda di plastica con Raffaella Bullo (Manifestolibri, 2018).